Benvenuto!

Il solo fatto che tu sia qui già mi gratifica. Che dire di più? Ormai visto che ci sei partecipa, leggi e commenta. Una sola richiesta. Quando te ne andrai non chiudere la porta!

martedì 13 settembre 2011

Madonna contro la Carlucci in difesa dell'unto dal Signore

La sorella scema della famiglia Carlucci anche oggi ha dato conferme a chi pensa peste e corna di lei. Madonna in un'intervista a "Oggi", un noto giornale comunista finanziato ed edito dal Cremlino, ha dichiarato di essere d'accordo con la posizione dell'Economist che sostiene che il nostro Primo Ministro è inadeguato per il ruolo che riveste. Ora non è che l'Economist ha scritto che l'inadeguatezza è dovuta al fatto che B. è brutto o basso e con pochi capelli o che gli puzza l'alito. La ragioni portate sono un filino più importanti.

Comunque, dopo la dichiarazione di Madonna, apriti cielo!! La Carlucci (nella foto la potete ammirare mentre sostiene l'esame per diventare parlamentare) ha subito controbattuto accusando Madonna di avere un ufficio stampa comunista.

La cosa più divertente, o forse triste, è notare come sempre si cerchi di distruggere non l'accusa ma l'accusatore. Nessuno ha portato argomenti in difesa di Berlusconi, anzi. Tutti si sono preoccupati di attaccare, in questo caso, Madonna. Carlo Giovanardi afferma che Madonna "non conta nulla" perché "gli italiani sanno che è una supermiliardaria e non è che la gente si lasci irretire da questi satrapi ricchi e viziati". Carlo Giovanardi, che già di per sé, non sarebbe qualificato nemmeno per fare l'assaggiatore di Tavernello, ribatte a Madonna in maniera inutile e che non c'entra un cazzo. Anzi, a guardare bene è anche una sottile presa per il culo. Un lecchino di Berlusconi che parla di satrapi ricchi e viziati é un'acrobazia satirica da campionati del mondo.

La Santanché che, quando c'è da parlare di nulla è sempre in prima linea, accusa Madonna di aver offeso tutti gli Italiani. Devo capire bene il perché. Escludo che gli Italiani si offendano perché una cantante condivide il parere di un giornale su Berlusconi. O forse la Santanché pensa che gli Italiani si sentano offesi perché una persona dall'altra parte del mondo manifesta la sua libertà di pensiero? Di sicuro io mi sento offeso dal fatto che le mie tasse servano a pagare i servizi della Santanché e della Carlucci. Lavorassero in un cesso pubblico come dispensatrici di sesso orale e gettone, magari chiuderei un occhio...

Al di là di tutto, questa purtroppo è la dimensione dell'Italia. Un paese che sta scivolando piano piano nella povertà, nella perdità di cultura, credibilità e potenzialità. In un tempo, dove i dibattiti dovrebbero essere su altri argomenti che davvero offendono gli Italiani, i nostri stipendiati in parlamento (chiamarli politici proprio non mi riesce) sono galline inacidite che difendono il loro gallo.

Che sia questo il motivo per il quale l'Italia non sta andando da nessuna parte se non verso il baratro?



Articoli correlati per categorie



2 commenti:

Lumaca a 1000 ha detto...

Che dire? Hai già detto tutto tu!

Maraptica ha detto...

Della Carlucci mi preoccupa una sola cosa: osa parlare (spesso) e pensare (molto raramente).