Benvenuto!

Il solo fatto che tu sia qui già mi gratifica. Che dire di più? Ormai visto che ci sei partecipa, leggi e commenta. Una sola richiesta. Quando te ne andrai non chiudere la porta!

mercoledì 26 ottobre 2011

Una giornata alla moda: è meglio essere un po' meno fescion o avere il cagotto?

Sabato scorso, con la mia dolce metà, siamo andati a fare colazione in centro e poi ci siamo dedicati un po' allo sciopping. Non amo particolarmente farlo ma visto che eravamo in giro, ho ceduto alla tentazione. Tutto sommato un paio di pantaloni un po' più pesanti possono sempre servire. Entriamo qui, entriamo là... vedo un bel paio di pantaloni ad un prezzo più che ragionevole. C'è la mia taglia. Li provo. Entro nel camerino che per me è una delle esperienze peggiori. Devi toglierti le scarpe, e rimanere a piedi nudi o con le calze, dipende dalle stagioni, su un pavimento di norma piuttosto sporco; oltre a ciò, di norma, ci sono dei faretti molto fascion che però ti cuociono il cervello. Alla fine, provare abiti nuovi è come stare in un forno a micro-onde. Comunque, i pantaloni della mia taglia mi sono piccoli. Escludo categoricamente di essere ingrassato. La mia dolce metà mi procura una taglia in più. Sti cazzi! Mi è piccola anche questa. Chiedo alla commessa che mi parla di taglie slimfit che vestono molto aderenti. In effetti, con questi pantaloni potreste non solo vedere se ho un'erezione (normalmente le mie sono maestose) ma addirittura capire se mi depilo il pube o no. A malincuore lascio i pantaloni.

Passo ad un altro negozio. Anche qui un paio di pantaloni a buon prezzo e un bel giubbotto navy. Li provo entrambi. Questa volta vanno bene come larghezza ma sul mio corpo si disegna una terra di nessuno. Mi spiego meglio. Il giubbotto e i pantaloni sembrano fregarsene di quella striscia che sta tra il bordo inferiore del giubbotto e quello superiore del pantalone. La zona strategica del punto vita, che se non coperta diventa la zona cagotto, è lasciata completamente indifesa. A me, forse sono vecchio, i pantaloni piacciono normali, intorno alla vita. Non alla Fantozzi... ma nemmeno sotto il culo. Mi piacciono le cose morbide ma che stanno bene addosso. Detesto i gggiovani di oggi con i loro pantaloni con mutanda a vista, oppure le gggiovani che appena si piegano di 4° in avanti mettono subito in mostra la "linea portamatita" del culo. Al di là del buongusto che è (purtroppo) soggettivo ma quanto devono essere scomodi dei pantaloni cadenti?
 
Ora va bene la moda e tutto quel che volete. Anche a me piace vestirmi bene ma l'essere elegante non può andare contro i principi del generale inverno. Sembra quasi che le case di abbigliamento ultimamente abbiano firmato un contratto di partnership con l'azienda farmaceutica che produce l'Imodium...

Articoli correlati per categorie



4 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Quando vedo un ombelico fuori con temperature invernali penso sempre a un Q.I. molto basso. Anzi, l'ombelico in quei casi E' il Q.I.: 0.

gattonero ha detto...

Imodium deve prenderlo chi li vede, perché fanno veramente cagare.
Quelli col cavallo alla caviglia non preoccupano: serve a contenere il pannolone taglia XXXXL.

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Post fantastico, come tutti quelli scritti da te del resto.
Senza saperlo forse mi hai dato un rimedio per la stitichezza..DEVO ESSERE PIU' FESCION :P
Ma se sono già GLAMOURIZZIMA..mah!

Valente il ragazzo diffidente ha detto...

@ Grace: rimani glemur che vai bene così... il fescion può essere destabilizzante.

@ ZioScriba: la teoria dell'ombelico... interessante... andrebbe sviluppata.

@ Gattonero: hai dato un ottimo consiglio per la gnappetta Grace!!