Benvenuto!

Il solo fatto che tu sia qui già mi gratifica. Che dire di più? Ormai visto che ci sei partecipa, leggi e commenta. Una sola richiesta. Quando te ne andrai non chiudere la porta!

domenica 5 dicembre 2010

Minacce e intimidazioni e cazzate varie...

Buona domenica a tutti! Natale si avvicina e tutti sono pià buoni. Che poi il concetto di bontà è legato al sistema-contesto di riferimento. Nel post di ieri ho dimenticato di inserire un'altra notizia che merita di essere commentata o almeno conosciuta. Rimbalza dal Mattino di Padova che la Lega vuole bloccare i contributi alla maratona cittadina. In tempi di crisi come questi è un grande atto di civiltà e sensibilità nei confronti di chi non arriva a fine mese. Sì, fosse questo il motivo sarebbe encomiabile ma non lo è. I tagli sono auspicati perché la maggioranza dei partecipanti sono, parole di Pietro Giovannoni, "atleti africani o comunque extracomunitari in mutande".
Il prossimo passo sarà sospendere tutte le partite di serie A per lo stesso motivo? Poi dov'è il problema? Quella Padana non è una razza superiore? I giochi celtici, l'acqua sacra del Po' e tutte quelle cazzate lì... Mi sa che il Giovannoni l'acqua del Po' se l'è bevuta.
 
La prova del reato.
Ok. Ora posso commentare la notizia del giorno. E' stato rinvenuto un pollo impiccato davanti la villa di Mastella a Ceppaloni. Sgomento iniziale degli inquirenti che hanno immediatamente pensato ad un suicidio di Clemente. Costernazione di tutto il popolo italiano per l'accaduto, milioni di messaggi d'affetto alla famiglia del pollo. Dico io, per minacciare una persona è per forza necessario uccidere un pollo? Che se proprio devi fare passare un'analogia, al cancello della villa ci impicchi una Gazza Ladra. E se devi minacciare un animale? Io, per esempio, vorrei minacciare il gallo del mio vicino di casa che sono anni che canta alle cinque di mattina. Posso fargli trovare un Mastella arrosto davanti casa? 

Articoli correlati per categorie



5 commenti:

gattonero ha detto...

A ben guardare la vita è fatta di perle quotidiane; alcune te le devi cercare, altre ti capitano tra capo e collo, suscitando ilarità spontanea.
Basta leggiucchiare qua e là, e le barzellette te le trovi accanto al caffé, come le caramelline in qualche bar.
A queste due, per esempio, aggiungerei il "chissenefrega" verdiniano verso il Colle; o il larussiano "bombe sui nostri aerei per portare la pace"; o il "siate sobri" berlusconiano...
Con un po' di tempo e voglia, sarebbero tutte da raccogliere in un volume, nude e crude, senza commenti, per lasciare ai posteri un "così ridevamo" memorabile.
Certo, i comici che scrivono sarebbero fottuti, ma non si può avere tutto dalla vita.

Valente il ragazzo diffidente ha detto...

@ Gattonero: sarebbe una mirabile idea editoriale. Il problema è che il proposito di raccogliere notizie di questo tipo, con eventuali citazioni celebri (chiamiamole così), produrrebbe qualcosa di più voluminoso di tutte le treccani riunite. Pensandoci... si potrebbe fare il tutto in dvd.

Grace (ma nana) ha detto...

Per me la questione è più complicata.
Mi dà terribilmente fastidio l'antifurto della casa di un vicino che si mette a suonare ogniqualvolta si avvicina anche una mosca..
Si mette a suonare il VICINO,eh..non la sirena ;)
Cosa faccio trovare in questo caso?

Valente il ragazzo diffidente ha detto...

@ Grace: un antifurto sensibile anche alle mosche... mumble, mumble... Secondo me, potresti fargli trovare un Vespa incapretato con il jingle di porta a porta in loop. Sono quasi sicuro che la smetterà di darti fastidio.

Il grande marziano ha detto...

E che ne direbbe il pollo se si trovasse impiccato un Mastella nel pollaio?

PS Comunque, conoscendo Mastella, il pollo l'ha preso e se l'è magnato con tante grazie.