Benvenuto!

Il solo fatto che tu sia qui già mi gratifica. Che dire di più? Ormai visto che ci sei partecipa, leggi e commenta. Una sola richiesta. Quando te ne andrai non chiudere la porta!

domenica 19 dicembre 2010

(UnPOdiESIA): Nulla lascia pensare il contrario

Sto morendo è chiaro
Nulla lascia pensare il contrario
E' iniziato tutto tempo fa
Nel momento del concepimento
Tutto il percorso fatto
Porta alla fine
La vera vita
Sarebbe possibile
Solo a ritroso
Partire dalla cenere
Arrivando all'esplosione
Alla scintilla dell'inizio di tutto
Non sono preoccupato
Non sono spaventato
Solo gli stupidi
Hanno paura della morte
Passano l'esistenza
Cercando inutilmente di procrastinarne l'arrivo
E più si dedicano a questa arte
Più muoiono
Non credo a vite ultieriori
Tanto meno al regno eterno
Non lascerò nulla che possa sopravvivere
Forse qualche buon ricordo
In chi mi ha amato
Ma che importa?
Ho avuto emozioni dolori
Successi e sconfitte
E tutto meritato
Conquistato con fatica
Morirò
E la mia morte sarà una lettera
Da nessuno scritta
Da nessuno inviata
Da me ricevuta
Quando sarà
E non escludo che potrei essere io
Ad avventarmi su lei
Avrò vinto comunque
Perché la sconfitta
Segnerà la mia vittoria più bella
Dopo che i miei occhi si chiuderanno
La morte non avrà più nessun potere su di me.


Articoli correlati per categorie



3 commenti:

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

parole intense
e molto belle

Art Ikrasi ha detto...

Concordo. Molto intenso e molto ben scritto. Mai pensato di scrivere i testi per Valerio Scanu?

A giudicare dal video che hai messo sotto, direi di no.

:-)

gattonero ha detto...

La vita è un cerchio: se non si chiudesse sarebbe un cerchio interrotto, mai finito.
L'inizio è affidato quasi al caso, la chiusura dipende da ciascuno.
Già lasciare un buon ricordo sarebbe una discreta fine.
Pur sapendo che, alle prime piogge, anche quel ricordo sarà lavato via; potrà finire nel mare, ma potrebbe anche finire in una fogna, indipendentemente dal fatto che fosse o meno un buon ricordo.