Benvenuto!

Il solo fatto che tu sia qui già mi gratifica. Che dire di più? Ormai visto che ci sei partecipa, leggi e commenta. Una sola richiesta. Quando te ne andrai non chiudere la porta!

martedì 23 febbraio 2010

Sanremo 2010, i creduloni del televoto e Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno.

Lo ammetto: sono rimasto sorpreso e dopo la sorpresa sono rimasti la tristezza e lo scoramento. Ho atteso Mengoni con tanta ansia e poi mi sono ritrovato davanti questo dandypostdadaista sessualmente ambiguo in maniera schifosa. Prima di prendermi del sessuofobo, dichiaro il massimo rispetto per qualsiasi orientamento sessuale, e non nascondo di essere l'unico uomo lesbico nonché bisessuale. Infatti non ho il minimo problema ad ammetere che vado con le donne e se potessi andrei anche con due contemporaneamente. Dico "maniera schifosa" perchè ritengo evidente che sia tutto un gioco atto a creare il personaggio discutibile e discusso. Lo diceva già il vecchio Oscar Wilde "bene o male, purchè se ne parli...". Infatti, Mengoni (che a onor del vero ha una gran bella voce) è caduto (caduto? forse ci è nato senza saperlo) anche lui nel fagocitante sistema dello showbiz, dove non importa il talento che hai, ma come lo vesti e quanto è chiaccherato. Per inciso la mia tristezza e il mio scoramento sono esplosi perché ero convinto che Mengoni fosse l'architetto di Elio e le storie tese e che il Festival avesse aperto le porte a qualcosa di audace. Che delusione!

Un'altra cosa sulla quale non posso sorvolare sono i pettegolezzi riguardo alla vittoria di Valerio Scanu. Chi conosce un po' il mondo sa benissimo che solo un popolo di cretini può credere alla correttezza del televoto. E' stato ampiamente dimostrato che con cifre tutt'altro che esagerate si può decidere il vincitore. Leggo che a tutti risulta molto curioso il fatto che nel giro di un'ora sia stato ribaltato il voto di Sanremo che ha portato Scanu a vincere sul trio delle meraviglie Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno. Per quanto mi riguarda la vera assurdità è che abbiano vinto due che erano stati eliminati e poi ripescati. Come a dire mercoledì fai cagare e sabato sera sei il più forte di tutti. Già questo sarebbe un forte indizio per porci delle domande inquietanti. Ad essere precisi mi perplime che una pessima canzone come Italia amore mio sia arrivata ad una serata del festival.
Un'altra domanda però mi sorge spontanea. In un paese, anzi in un mondo, dove la musica non paga, perchè fare i cantanti? Tutti i dati dicono che i cd vendono poco, i concerti costano molto e che la maggior parte della gente acquisisce cd attraverso emule o software simili. Premesso che chi scaricasse abusivamente Italia amore mio dovrebbe essere affidato ad un centro di igiene mentale, salvo che dimostrasse di aver intenzione di farci remix e montaggi video ironici; perchè fare musica oggi?

Ovviamente è una domanda provocatoria. Però i vari Povia e il Trio suddetto, usano Sanremo non tanto per "fare musica" quanto per wildianamente fare parlare la gente. E noi che siamo un popolo di cretini lo facciamo. Così nei prossimi mesi ci scartavetreranno le palle con ospitate a tutto campo del Trio, di Scanu e compagnia bella e parleremo, parleremo tanto, così tanto che ad un indeterminato momento non sapremo nemmeno perché e di cosa staremo parlando. Ma spinti dall'inerzia continueremo a farlo. E quando saremo finalmente senza parole, Sanremo 2011 correrà in nostro soccorso.

Comunque l'anno prossimo parteciperò anche io. Mi sto esercitando sotto la doccia ed ho già il ritornello:

"Sono qui per dir davanti a mia zia,
viva la breccia di Porta Pia"


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Articoli correlati per categorie



3 commenti:

kamate88 ha detto...

Volevo solo sapere cosa veramente ti aspettavi da un ragazzo di 21 anni che adesso ha messo piede nel mondo della musica italiana. Premettendo che ce l'hanno lanciato nel festival due mesi dopo aver vinto X-Factor, cosa avrebbe potuto fare in quel lasso di tempo?

Valente il ragazzo diffidente ha detto...

Ciao Kamate88,
in effetti non mi aspettavo nulla. Precisando che non ce l'ha lanciato nessuno, perché Scanu non stava passeggiando ai giardinetti. Ha fatto vari provini, da quello che ho letto, ed è arrivato a Sanremo come prodotto costruito a tavolino dalle case discografiche come per Carta l'anno scorso.

Riconosco che se con Carta l'anno scorso era stato proprio raschiato il barile, quest'anno qualcosa di più Scanu lo ha dimostrato: i capelli lunghi.

COmunque un post sulla musica e l'effetto deleterio dei reality potrebbe starci...

kamate88 ha detto...

Ahah, ma non stavo parlando di Scanu che a me sinceramente non me frega una beata mazza (il pupazzo farà la fine dei suoi predecessori, ad esempio un certo Dennis, il primo vincitore di Amici, il quale ora lavora dignitosamente in fabbrica), parlavo di Marco Mengoni, di cui ho apprezzato le notevoli doti canore ed interpretative nei vari generi in cui è stato messo alla prova da Morgan. Ho detto lanciato perché Mengoni si è guadagnato la partecipazione a Sanremo vincendo X-Factor (come previsto dal nuovo regolamento del festival). Non capisco la critica del sessualmente ambiguo, (ad esempio Mick Jagger, noto bisessuale, ha movenze simili sul palco), se è un suo modo di vivere il palco, perché dovrebbe essere falso. Ammetto che la canzone non mi è piaciuta molto, ma io la metto sull'ottica di un ragazzo che ha rischiato con un brano non sanremese (come lo è schifosamente quello di Scanu) dove si descrive, e quindi non comprensibile da tutti. Io non lo brucerei subito e aspetterei di sentire nel prossimo lavoro cosa ci proporrà. Tu cosa ne pensi a parte la sua ambigua sessualità???