Benvenuto!

Il solo fatto che tu sia qui già mi gratifica. Che dire di più? Ormai visto che ci sei partecipa, leggi e commenta. Una sola richiesta. Quando te ne andrai non chiudere la porta!

sabato 10 luglio 2010

Alla conquista dell'inferno in skateboard!!

Ieri sera ho mangiato un gelato gusto cioccolato e menta, buonissimo. Avrei voluto prendere gusto puffo ma, ignoro il perché, quando mangio gusto puffo poi mi chiudo in casa ad ascoltare tristissimi blues.  Questa mattina mi sono svegliato e ho messo a palla Wig! di Peter Case, suggeritomi dalla teiera volante. Dopo aver fatto i miei soliti 10 minuti di air guitar su House Rent Jump, ho fatto un giro online. Siccome faceva troppo caldo sono rientrato subito a casa. In maniera inopinata mi sono imbattuto (lo sono da cinque partite consecutive) in questo articolo. Sono completamente d'accordo con gli agenti che hanno arrestato il malvivente, anzi, per me sono stati ancora clementi. Io gli avrei anche tolto la playstation per un mese. Inizialmente ho risposto con un commento ma mi è sfuggito di controllo. E' venuta una cosa lunghissima e ho pensato - visto che oggi non sai che cavolo scrivere, usa questo commento per farci un post! - Idea geniale!!!

Caro colonnello Kurtz,
é comprovato che i delinquenti iniziano proprio da piccoli. Io sono cresciuto in un quartiere povero. Ero poverissimo, talmente poverissimo che la povertà aveva ucciso ogni forma di  riscatto e ambizione, tanto che non mi volevano nemmeno le gang  di quartiere. Mi ricordo che era di maggio (cit.) quando conobbi Yuri, Misha e Sergey. Tre immigrati russi che contabbandavano matrioske nascondendole nelle buste della cocaina. Yuri era bello, alto, intelligente e parlava tremendamente bene il russo, nonostante fosse nato a Mosca e ci avesse vissuto solo 34 anni. Misha era alto e cattivo, incuteva diffidenza e, per via del nome, era gay. Sergey aveva una lunga cicatrice sul viso che partiva dalla tempia sinistra, sfiorava l'occhio e arrivava parecchio sotto lo zigomo. Sembrava una luna stilizzata. Sergey era un terribile cazzaro, inetto e fanfarone. Si provocò quella cicatrice con le proprie mani, solo per darsi un tono da gangster.  

Ti starai chiedendo embè? 'n attimo... e che cazzo sei nato al primo dolore? Continua a leggere e capirai perché un scheitbord è pericoloso.
Yuri iniziò aiutando la mamma a stirare, poi le rubò l'asse da stiro. Qualche mese dopo l'amico Misha, illuminato da un'idea, rubò i pattini a sua sorella e li montò sotto l'asse. A dire il vero il lavoro inizialmente fu affidato a Sergey che, in quanto inetto, ne mise un paio per facciata dell'asse. Misha lo gonfiò di botte e rimediò. Si trovarono per le mani il primo mezzo per una rapina. Con quello skateboard tentarono di svaligiare le poste di Belgorod. Il pieno inverno, e le strade ghiacciate, rese inutile l'utilizzo del skateboard. Scapparono di corsa con le pelli di foca ai piedi. Sergey, inetto cronico, fu raggiunto e preso da una ottantenne zoppa. Si salvò solo grazie all'intervento di Yuri. Dopo due anni e tre mesi perfezionarono il colpo e riuscirono a svaligiare la Banca nazionale russa di Piazza Teatral'naja. Pochi mesi dopo, colpirono una zecca finlandese e, nel giro di pochissimo, divennero notissimi negli ambienti malavitosi come la Banda della Maljinanjia. Esportarono il loro traffico anche all'estero, instaurando fortissimi rapporti di lavoro a Roma con il Libanese e i suoi sgherri. In un eccesso di delirio di onnipotenza tentarono anche di ingaggiare Tony Hawk! Nella loro pluridecennale carriera hanno ucciso centinaia, ma che dico centinaia, decine di uomini e nei modi più efferati. Bartok "la lama" l'hanno fatto esplodere con micidiali cocktail di cocacola e mentos; Ismael "il cicciolo" con l'ascolto continuo di Gigi D'Alessio; a Piotr, reo di aver tradito, gli tatuarono sulla schiena il volto di Marco Carta con la scritta "I love him". Inutile dire che Piotr, si suicidò. Potrei continuare ancora ma il mio psichiatra dice che devo riposarmi un po'.

Tutto questo per farti capire a cosa porta un scheitboard non omologato! 

Articoli correlati per categorie



10 commenti:

Colonnello Kurtz ha detto...

Guarda, sei riuscito a convincermi perfettamente che la polizia marsigliese ha fatto estremamente bene a sequestrare il pericoloso mezzo di locomozione al piccolo malvivente. Un giorno sarà lui a ringraziarli, quando si renderà conto che questo piccolo gesto di civiltà della polizia gli ha impedito di diventare un efferato omicida.

Valente il ragazzo diffidente ha detto...

Lo sapevo che eri un ragazzo in gamba!!!

Tra l'altro quel delinquentello spaccia mentine a scuola, lo sapevi?

Valente

Anonimo ha detto...

Sei un cretino!! Come fai ad essere d'accordo con la polizia che arresta un ragazzino per una cosa così sciocca?

Vorrei vedere te con le manette perché usi uno skateboard non omologato. Quel ragazzino sarà rimasto traumatizzato, ma ti rendi conto di quello che hai scritto!!

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

All'anonimo ubriaco consiglio due mesi di ascolto forzato dell'ultimo cd di GIGGI... Che sicuramente li trovo peggio del tatoo di Marco Carta dietro alla schiena... Almeno il tatoo dietro la schiena non lo vedi!

Voglio Valente nuovo Presidente!

Grande Vale!

Grace (ma nana) ha detto...

Cavolo, Valente..lei deve condire i suoi racconti con della sana ironia..non può essere sempre così cinico e ... e...
SINCERO?
Ha visto com'è facile essere fraintesi?

Ironia.
Legga il labiale:

I R O N I A !

Accetti il consiglio di un'amica lettrice che la stima tantissimo.

Ora mi scusi...vado a fare un giro in centro sul mio scheitbord non omologato...

Mi arresteranno?
Beh..sarebbe il minimo..

Mi venga a trovare al Valgina Coeli!

... daisy... ha detto...

Ahahahahahah ESISTONO I MONOPATTINI NON OMOLOGATI???????

Valente... troppo spesso si sottovalutano questi episodi di teppisti... pensa che è importante arrestarli per fargli capire che la legge va infranta in altri modi: imbrattare muri, offendere passanti, spaccare proprietà altrui... e potrei andare avanti...

Arrestato... mah...

... daisy... ha detto...

Ue Anonimo... spe... http://it.wikipedia.org/wiki/Ironia te l'hanno spiegato a scuola che dare del cretino così alla ca**o è segno di grande maleducazione oltre che di ignoranza? AH forse quel giorno eri in giro a fare altre cose...

Alessia (Ale) ha detto...

ciao, spero non ti dispiaccia se ti ho girato un premio... lo trovi da me se ti va di portarlo nel tuo mondo...
ciao
Ale

Valente il ragazzo diffidente ha detto...

@ Rospo: grazie per la solidarietà ma l'anonimo ha ragione. Più sotto spiego perché!

@ Grace: è vero... sono cinico e poco attento ai limiti e necessità degli altri.

@ Daisy: a quanto pare esistono... io lo usavo con un casco omologato ma mi sembrava poco coerente...

@ Alessia: grazie mille, non mi dispiace affatto, ci mancherebbe. Mi sto organizzando per dare i miei premi.

@ Anonimo: hai perfettamente ragione. Nel post in questione ho sottovalutato che al mondo esistono persone che hanno subito traumi gravi. Tu devi essere una di queste. Probabilmente la mamma da piccolo ti ha negato affetto e sofficini e tu sei cresciuto privo di capacità emotive e cognitive. Ti chiedo scusa, la prossima volta oltre al post, ne scriverò un altro con tutte le chiavi di lettura necessarie a persone sfortunate come te.

Colpa mia. Mi perdoni?

Alessia (Ale) ha detto...

ero passata per lasciarti un mega smack dopo la tua risposta... e tu ti emozioni già senza saperlo e mi incasini il blog??? anzi ti incasini il blog???