Benvenuto!

Il solo fatto che tu sia qui già mi gratifica. Che dire di più? Ormai visto che ci sei partecipa, leggi e commenta. Una sola richiesta. Quando te ne andrai non chiudere la porta!

mercoledì 15 luglio 2009

Banca d'Italia contro il prestito etico. Ma va?

Il data 13 luglio 2009 ho ricevuto questa email:

Caro Valente,
in data 10 luglio 2009 è stato notificato a Zopa il decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze che, su indicazione di Banca d'Italia, ha cancellato dall'elenco degli intermediari finanziari ex art. 106 la nostra società. Come conseguenza immediata ci vediamo costretti a sospendere la trattazione di nuovi prestiti e l'ingresso di nuovi Prestatori. La società sta valutando tutte le iniziative, anche di natura giurisdizionale, per tutelare la propria posizione e la community.
-- cut--
Ti terremo informato su tutte le attività che metteremo in atto per salvaguardare un'iniziativa innovativa, etica, sociale e vantaggiosa per tutti i partecipanti.

Maurizio Sella
Amministratore Delegato
Zopa Italia S.p.A.

Direte che me ne frega? Credo che sia una notizia importante ma passata sottotraccia, anche perchè la maggior parte di voi, probabilmente, ignora cosa sia Zopa. Ve lo spiego brevemente: se andate in banca per chiedere un prestito, lo otterrete quando ipotecherete la casa o la banca sarà sicura al 100% che non ne avete bisogno. Zopa che è l'acronimo di Zone of Possible Agreement, (in italiano Zona di Possibile Accordo), parte da una iniziativa inglese nel 2005. E' un esempio di social lending che come si può leggere proprio dal sito "è scambiarsi denaro in prestito direttamente tra persone, senza banche e finanziarie di mezzo. Più ci pensi, più ha senso". Detto in parole ancora più semplici, se ce ne fosse bisogno, se prima si prestavano soldi ai propri parenti, o ad amici, ora grazie ad internet il giro della domanda e dell'offerta si allarga sensibilmente. Ulteriori informazioni le potete trovare qui.

Il 10 luglio, però, il Tesoro ha cancellato dall'Albo Zopa sospendendone tutte le attività. Le motivazioni portate da Bankitalia dicono che sono "Emerse gravi irregolarità gestionali e modalità operative del tutto divergenti dallo schema approvato". Qui l'articolo di repubblica a riguardo, fatevi Voi un'idea della gravità della cosa. C'è da dire che Zopa con, più o meno, 40.000 utenti ha erogato prestiti per circa 7 milioni di euro. Prestiti di varie tipologie:
  • "Ho richiesto un finanziamento a Zopa per l'acquisto di una nuova bicicletta da corsa. Dico grazie a Zopa perché il suo finanziamento mi ha fatto risparmiare 200 Euro, nel senso che se avessi richiesto il finanziamento alla mia Banca o a una qualunque finanziaria avrei restituito 200 Euro in più." Stefano682
  • "Zopa in una settimana mi ha erogato il prestito; risultato ho preso in gestione il locale. Ora la mia Banca si propone per concedermi fido e finanziamenti ... e prima dove' era? Egregi lettori della presente RIVOLGETEVI A ZOPA, personalmente non finirò mai di ringraziare sia l'organizzazione che i finanziatori privati che permettono questo moderno e nuovo modo di essere aiutati." faber62
Qualcosa però si sta muovendo e la protesta si sta facendo sentire. Gli aderenti alla community sul blog di Zopa stanno contestando duramente quella che considerano una sorta di vendetta della "lobby bancaria": "Ti pareva che l'associazione a delinquere bancaria non si sarebbe mossa a mettere i bastoni tra le ruote ad un sistema onesto e trasparente come questo. Siamo in Italia, benvenuti!", scrive per esempio Andrea. In molti però vogliono vederci chiaro e, in nome della trasparenza, chiedono la pubblicazione del decreto ministeriale. Augurandosi che magari si tratti "di un malinteso". Qualcuno avanza addirittura la proposta che si possa proseguire senza l'autorizzazione della banca centrale. E qualcun altro propone addirittura il lancio di uova marce contro le istituzioni. I più razionali si schierano per un ricorso alla Corte di Giustizia Europea, considerato che i "cugini" inglesi non sono mai incorsi in alcuna contestazione da parte delle autorità britanniche.

In attesa, di capire bene cosa sia successo, Zopa ha sospeso l'erogazione di nuovi prestiti, quelli attivi rimango validi fino alla scadenza.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Articoli correlati per categorie



1 commento:

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

mmm interessanta iniziativa ;)